OPAC Catalogo on-line

 

L’istituzione della Biblioteca del Liceo risale all’a.s. 1895-96, quando il giovane docente Gaetano Salvemini, che in quell’anno da Firenze era stato trasferito al Liceo Ginnasio Garibaldi, aveva istituito con un professore del liceo, come ebbe a comunicare in una lettera a Carlo Placci, una biblioteca in cui erano presenti testi di autori che per l’epoca erano espressione di un pensiero sociale avanzato e innovativo, come Tolstoj, Bellamy, Spencer. Nel tempo la Biblioteca purtroppo non conserva più tutti i testi dell’epoca di Salvemini, ma ha voluto mantenere, nonostante la cura non sia stata sempre costante per motivi comuni alla maggior parte delle Biblioteche Scolastiche, il ruolo di promozione culturale e di formazione del pensiero critico per intere generazioni.

Già da quegli anni il Liceo era attrezzato anche di impianto televisivo, concesso dalla Federazione Italiana contro la Tubercolosi, come premio per le generose offerte degli alunni a favore della campagna antitubercolare, di una cinepresa Bell & Howell e di un proiettore Zeiss Ikon per film a passo ridotto, 8 mm., e di un cineproiettore sonoro, 16 mm. custodito nel Museo del Liceo e aveva già curato l’acquisto di materiale multimediale, pellicole a colori da 16 mm., quasi tutte in sonoro, su Raffaello, su La Cappella Sistina, sulla Vita di S.ta Caterina.

Anche allora, quindi, l’orientamento didattico del Liceo si proiettava sulla necessità di considerare come strumento didattico indispensabile, complementare al libro, strumento primo di apprendimento, il <mezzo meccanico della riproduzione fonografica>, per rendere l’insegnamento più vivo, più moderno ed efficace, e si era attrezzato in questo senso curando l’acquisto di una discoteca con corsi di linguaphone di francese, inglese e tedesco, dischi varii, fra cui i Discolibri della Letteratura italiana, diretti da Carlo Bo, l’edizione completa della Divina Commedia, a cura di N. Sapegno, molti testi di autori classici, italiani e stranieri come Coefore di Eschilo, o il Saul di Alfieri, il Coriolano di Shakespeare, il Misantropo di Moliere, gli Spettri di Ibsen, letture di liriche e prose antiche e moderne affidate ai più noti interpreti del teatro contemporaneo, le letture metriche dei Carmi di Orazio e Catullo e dischi di musica classica, lirica e sinfonica.

Oggi, entrati nel terzo millennio, la Biblioteca, meglio definita Bibliomediateca vuole mantenere il suo ruolo di promozione e di crescita culturale, in linea con gli orientamenti del Manifesto IFLA-UNESCO.
http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en|it&u=http://www.unesco.org/webworld/libraries/manifestos/school_manifesto.html
Da qualche anno inoltre, adeguandoci alle esigenze dei tempi, si sta trasferendo il Catalogo, originariamente cartaceo, in elettronico, grazie al software Winiride messo a disposizione dal Ministero. Oltre ai testi, proprio in un’ottica di biblioteca multimediale si sta trasferendo tutto il materiale che costituisce fonte di informazione e di ricerca, foto, filmine, VHS, DVD, CD, spogli di riviste possedute, materiale grigio…..

Nel desiderio di coltivare il piacere della ricerca anche in quanti non fanno direttamente parte della comunità scolastica, la Biblioteca del Liceo è aperta al pubblico.
Nei giorni prefestivi e durante la sospensione dell’attività didattica non è garantito il servizio. In ogni modo, per accedere alla consultazione fuori dagli orari previsti, è possibile contattare la responsabile della Biblioteca al seguente indirizzo email: nQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Contatto: prof.ssa Neva Galioto

SERVIZI

  • Consultazione

L’accesso alla Biblioteca e alla consultazione sono liberi, mentre il prestito è riservato agli utenti, esterni e interni.

E’ possibile anche richiedere prestiti a distanza e fornitura documenti.
Per l’accesso ai servizi è richiesta l’esibizione della CARTA d'IDENTITA'. E' altresì obbligatorio rilasciare, oltre le proprie generalità, il proprio numero telefonico valido e indirizzo email.

Il prestito è riservato agli utenti, esterni e interni. 

  • Prestito
  • Prestito interbibliotecario

Sarà cura del responsabile della Biblioteca che accoglie la richiesta consegnare il materiale secondo modalità da concordare con l’utente.

Per maggiori informazioni contattare la Biblioteca del Liceo al seguente indirizzo di posta elettronica: nQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ATTIVITÀ

PROGETTI:

  • "Libriamoci"

 

ATTIVITÀ DELLE RETE

  • Opac ("on line public access catalogue")
  • identificare i documenti di interesse
  • individuare le biblioteche che possiedono tali documenti ed accedere alla scheda anagrafica della singola biblioteca.

L'interrogazione sul Catalogo avviene per default sui record bibliografici di tutte le Biblioteche partner della Rete. In ogni caso è possibile restringere la ricerca selezionando sulla maschera iniziale anche una sola. Biblioteca.

Individuato il numero di scheda OPAC e iscrivendosi al servizio delle Biblioteche scolastiche è possibile accedere alla consultazione e al prestito, per i volumi a ciò disponibili.

La Rete  Provinciale delle Biblioteche scolastiche di Palermo si è costituita ufficialmente il 15 giugno 2009 ad opera delle sottoindicate istituzioni della città che hanno sottoscritto un accordo di Rete:

ScuolaNext

Accesso Famiglie

Accesso Personale Scolastico

NOTA BENE: I link a ScuolaNext NON danno accesso all'Area riservata del Personale Scolastico


 

Albo on line

 
 
Go to top