Orientamento in entrata

Continuità - Orientamento in entrata

 

Si comunica che la  referente del  Liceo Garibaldi per l’area Orientamento in entrata, per l'a.s. 2016/2017, è la prof.ssa Francesca Cimò Impalli, email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si comunica altresì che, a partire dalla seconda settimana di Novembre e per l’intero anno scolastico, sarà attivo lo sportello per tutti i genitori e gli allievi delle scuole medie che ne palesino l’esigenza.

L’orario di ricevimento della prof.ssa Cimò Impalli è il giovedì a terza ora (10.00-11.00).

Per fissare appuntamenti in orari diversi da quelli degli sportelli o per informazioni sull’Istituto, sul piano dell’Offerta formativa, sulle date e le modalità di iscrizione, sulle date di incontro con le scuole medie e gli Istituti comprensivi, sugli open day, le famiglie possono anche rivolgersi alla docenti tramite email

Si ricorda che la scuola ha il proprio stand presso la “Fiera della Scuola media”, organizzata dall’associazione “Orienta Sicilia”,  il 21 e il 22 ottobre 2016, presso il Padiglione 20 della Fiera del Mediterraneo.

La referente per l’Orientamento in entrata

Prof.ssa Francesca Cimò Impalli

 

PRIMI PASSI VERSO IL MONDO ANTICO

Nell'ambito delle attività di orientamento rivolte agli alunni delle classi terze della secondaria inferiore il Liceo Garibaldi organizza corsi propedeutici alle lingue classiche, secondo tematiche nel dettaglio specificate. I corsi completamente gratuiti per i discenti verranno organizzati nel mese di gennaio secondo un calendario che a breve verrà comunicato. Si tratterà di 6 incontri, ciascuno della durata di 2 ore, dalle 15.00 alle 17.00. L'iniziativa è illustrata nel file disponibile in allegato
Le iscrizioni potranno essere effettuate all'indirizzo seguente: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo."

 




PROGETTO DI CONTINUITÀ E ORIENTAMENTO IN ENTRATA a.s. 2015/16

Premessa e motivazioni

 Studi statistici e indagini scientifiche hanno dimostrato che indubbiamente attivare iniziative finalizzate all'orientamento degli studenti, sollecitandoli a prendere coscienza delle proprie possibilità e aspirazioni e a maturare scelte autonome e responsabili, possa rivelarsi utile per ridurre la dispersione e gli insuccessi scolastici. Tuttavia, per ottenere risultati costanti ed efficaci a breve  e lungo termine e non limitare la didattica e la pratica orientative, è necessario partire dalla consapevolezza che orientare non significhi solo far conoscere, dare informazioni, su diversi campi disciplinari e professionali, per attivare comportamenti e scelte consapevoli, ma anche che l’orientamento debba caratterizzarsi  come pratica educativa, come processo formativo prima ancora che come momento informativo. Per usare, infatti, le parole del Prof. Salvatore Maiorana, “pensare all'orientamento da un punto di vista educativo significa realizzare da un punto di vista didattico una molteplicità di strategie di insegnamento/apprendimento mirate allo sviluppo di abilità e competenze che permettono all'individuo in formazione di capire e comprendere le sue relazioni con il mondo”; né del resto  si può ignorare l'importanza data dalla legge 107 alla didattica orientativa, come elemento unificante e coagulante delle diverse attività educative, in particolare laboratoriali, e come strumento di sensibilizzazione e di raccordo con le famiglie, il territorio, gli enti statali e non che operano sul territorio stesso. L’orientamento, quindi, attivando una serie di processi cognitivi, metacognitivi, emotivi, comunicativo-relazionali, non solo assume la stessa valenza formativa dei saperi essenziali e delle discipline, ma favorisce la crescita consapevole del ragazzo e lo aiuta a individuare e determinare il suo spazio e la sua funzione all'interno dell'ambiente in cui vive ed opera

Un progetto di orientamento, quindi deve essere determinato dalle seguenti motivazioni: 1) gli alunni dell'ultimo anno del ciclo di istruzione inferiore e le rispettive famiglie dimostrano di conoscere poco o non nella giusta valenza i curricoli, le offerte formative, nonché le prospettive future derivanti dai singoli indirizzi di studio, affidandosi a voci e giudizi non oggettivamente attendibili, e di misurare, a volte senza la giusta consapevolezza, le scelte in relazione alla “creduta”adeguatezza  dei percorsi formativi alla tipologia professionale che si vuole incarnare e delle selezioni universitari ad essa preposta; 2) gli alunni dell'ultimo anno del ciclo di istruzione inferiore dimostrano, a volte, una inadeguata capacità di valutare le proprie attitudini, compiendo scelte poco motivate e consapevoli, spesso fondate su motivazioni emotive, sulla volontà dei genitori, su esperienze indirette raccontate da altri, su pregiudizi, su un percorso orientativo antecedente non finalizzato e/o adeguato a prendere coscienza delle proprie possibilità e aspirazioni;  3) gli alunni delle classi iniziali, in virtù di quanto detto ai due punti precedenti, persistono nel dimostrare, a volte, una inadeguata capacità di valutare le proprie attitudini, avendo compiuto scelte poco motivate e consapevoli, spesso fondate su motivazioni emotive, sulla volontà dei genitori, su esperienze indirette raccontate da altri, su pregiudizi, su un percorso orientativo antecedente non finalizzato e/o adeguato a prendere coscienza delle proprie possibilità e aspirazioni; 4) gli studenti delle classi iniziali hanno bisogno di essere aiutati a riconoscere consapevolmente le proprie attitudini, i propri desideri, i propri obiettivi e, di conseguenza, gli strumenti e le modalità attraverso cui intraprendere e realizzare dei percorsi autonomi, basati sulle individuali peculiarità e sul rispetto delle esigenze altrui; 5) gli studenti delle classi iniziali hanno bisogno di essere aiutati ad individuare le strategie per superare le difficoltà incontrate, dovute, non tanto ad una mancanza di mancanza di motivazione, quanto a carenze pregresse e propedeutiche all'indirizzo di studi scelto e /o ad un metodo di metodo di studio non adeguato alle nuove impostazioni metodologiche; 6) la necessità, in virtù dei punti precedenti, di un contatto continuo e costruttivo con le figure strumentali preposte alla continuità ed all'orientamento negli ordini di istruzione dei cicli inferiori, onde programmare attività educative comuni, cooperare per una didattica orientativa più efficace sia sul versante informativo che su quello formativo, predisporre attività individuali e/o comuni finalizzate ad intraprendere con successo l'indirizzo di studi voluto;   7)  le famiglie degli studenti delle classi iniziali hanno bisogno di essere costantemente guidate a aiutare e a sostenere se stesse e i propri figli ad acquisire una adeguata capacità di valutare le proprie attitudini ed a superare le difficoltà incontrate, prima attraverso l'informazione sulla valenza dei curricoli, delle offerte formative, nonché delle prospettive future offerte dai singoli indirizzi di studi, poi attraverso incontri  formativi e di confronti; 8) necessità di continuare e semplicemente di estendere le modalità della didattica e della pratica orientative adottate finora, in considerazione dei risultati positivi finora ottenuti sia sul versante del numero di iscritti al primo anno ed agli ingressi nelle classi intermedie, sia su quello dell'incremento di docenti.

Il lavoro di orientamento, supportato dall'impiego e dalla collaborazione con i ragazzi già frequentanti l'istituto e da un lavoro di sinergia con le figure strumentali preposte alla continuità ed all'Orientamento nelle scuole medie,  si articolerà sui seguenti campi di intervento:

- Continuità con le scuole medie del territorio e non

- Orientamento in entrata verso il nostro Liceo (per gli studenti del terzo anno delle scuole medie).

- Orientamento interno, o in itinere, per gli studenti del primo e del secondo anno

- Monitoraggio del grado di motivazione, dei processi integrativi e di socializzazione, delle dinamiche ambientali,  dei risultati, dei successi e degli insuccessi, dei nuovi inserimenti e degli eventuali abbandoni, per gli studenti del primo e del secondo anno

- Analisi dei risultati del precedente monitoraggio, con particolare attenzione alla verifica della validità della didattica orientativa e delle cause di eventuali insuccessi, nuovi inserimenti e  abbandoni, per gli studenti del primo e del secondo anno.


Finalità

Partendo da quanto premesso, le finalità del progetto si suddividono in:

finalità formative:

1. favorire negli allievi la conoscenza di se stessi, delle proprie capacità e attitudini, delle proprie difficoltà, dei propri limiti;

2. favorire negli allievi l'individuazione di strategie di superamento delle difficoltà;

3. favorire negli allievi la ricercadella propria identità personale, intellettuale, affettiva, sociale;

4. far acquisire agli allievi un corretto metodo di studio, anche attraverso l'attuazione di strategie di motivazione;

5. favorire negli allievi la conoscenza dell'ambiente in cui vivono e dei mutamenti culturali e socio­economici;

6. fornire agli allievi gli strumenti necessari per superare i momenti critici legati ad una scelta;

7. sviluppare negli allievi capacità progettuali e di scelta consapevole;

8. favorire negli allievi il passaggio da una tipologia di studio guidato ad un'altra nella quale ogni studente ha la libertà, e quindi anche la responsabilità, dell'organizzazione del proprio lavoro di studio individuale;

9. favorire negli allievi l'acquisizione di un'adeguata consapevolezza del ruolo dell'istruzione nel progetto della propria vita

finalità informative:

1. far conoscere agli allievi e alle famiglie il Piano dell'Offerta Formativa dell'istituto;

2. far conoscere agli allievi i possibili sbocchi professionali e le opportunità di proseguire gli studi;

3. fare conoscere agli allievi gli strumenti offerti dalla scuola per aiutarli a riconoscere consapevolmente le proprie attitudini, i propri desideri, i propri obiettivi e quelli atti a sostenerli nel superare le difficoltà e nel trovare strategie di miglioramento e adeguamento

 

Obiettivi

1. avere coscienza della propria identità e del proprio ruolonel gruppo-classe e nella società;

2. avere coscienza della propria dimensione emozionale;

3. acquistare fiducia in se stessi e nelle proprie capacità;

4. imparare ad essere autonomi e ad operare scelte libere e consapevoli;

5. sviluppare le capacità critiche e di autovalutazione;

6. imparare a rispettare le regole in uno spazio di sana convivenza democratica;

7. acquisire la capacità di relazionarsi agli altri nel rispetto della reciproca diversità.

   8. acquisire un metodo di studio adeguato alle diverse impostazioni metodologiche

  9. conoscere, riconducendoli alla giusta valenza, i curricoli, le offerte formative, nonché le prospettive future offerte dai singoli indirizzi di studio

 

Attività e modalità di realizzazione

Dal momento che il progetto si a più campi di intervento, per ognuno di esso, si distinguono le attività di seguito riportate; alcune vengono riproposte ed altre estese  alle prime ed alle seconde, perché  hanno già consentito al nostro istituto di non avere calo di iscrizioni, bensì incremento di personale, ed agli allievi buoni risultati:

 

-                  CONTINUITA’ CON LE SCUOLE MEDIE

·       Incontri continui, costanti e costruttivi con i referenti per la continuità e l'Orientamento delle scuole medie

·       Socializzazione dei risultati dei test di ingresso e/o dei primi dati relativi agli alunni provenienti dalle singole istituzioni scolastiche

·       Comunicazione dei risultati dei monitoraggi in itinere e finali

·       Analisi dei risultati e pianificazioni di attività volte a rendere più efficace la didattica  orientativa, anche attraverso incontri individuali e collettivi con famiglie e allievi, esulanti da open day e incontri puramente informativi

·       Analisi dei risultati e pianificazioni di attività volte a rendere più adeguati i prerequisiti cognitivi ed il metodo di studio, anche attraverso la pianificazioni di attività di potenziamento da realizzare in comune o separatamente

·       Realizzazione di progetti finalizzati al passaggio dalla scuola media al liceo classico

·       Promozione e realizzazione del progetto in rete, Primi passi verso il mondo antico, laboratori propedeutici allo studio delle lingue classiche

·       Progettazione di attività educative comuni

·       Sondaggi finalizzati al rilevamento dei bisogni, alle richieste del territorio, alla cognizione delle attese di allievi e famiglie

·       Brevi cicli di seminari, a titolo gratuito, sulle utilità, le funzionalità, il valore delle lingue classiche con possibilità di segmenti di lezioni pertinenti i principi più elementari delle strutture linguistiche del greco

·       Incontri con personale specializzato in orientamento, interno o esterno al Liceo, su richiesta delle famiglie e dei referenti delle figure strumentali delle scuole medie

 

- Orientamento in entrata verso il nostro Liceo per gli studenti del terzo anno delle scuole medie

·       Predisposizione e creazione di una comunicazione dei docenti preposti alla figura strumentale, con richiesta  di incontri nei locali del liceo e delle scuole medie interessate, da recapitare tramite fax, email, brevi manu. Telefonate a dirigenti scolastici e figure strumentali di riferimento per confermare e rafforzare il contatto

·       Pianificazione e realizzazione di Brochures informative sulle finalità dell'istituto, sul piano orario, sulle attività e i corsi attivati, sulle aule e gli strumenti in dotazione al liceo, sui dati e gli indirizzi di posta elettronica delle persone da contattare

·     Realizzazione di un Video, nel quale attraverso immagini e video clip, si illustrano le peculiarità  

     dell’istituto attraverso i progetti che ne caratterizzano l’offerta formativa 

·       Realizzazione di materiale di promozione e di informazione di diverso tipo (video, brochures, roll-up, agende, power point, vademecum, ecc., nonché inviti ad eventi organizzati dall’istituzione scolastica

·       Creazione e gestione di una pagina facebook per l'orientamento in entrata, finalizzata all'informazione sugli incontri, sulle iniziative della scuola, sulla modulistica e al contatto con allievi e famiglie delle scuole medie

·       Partecipazione agli open day ed agli incontri organizzati presso le scuole medie del territorio cittadino e dei comuni limitrofi

·       Collaborazione all’organizzazione, promozione e partecipazione alla Notte bianca dei Licei classici e a qualsiasi iniziativa finalizzata alla presentazione dell’Istituto.

·     Progettazione e creazione modulo per la domanda di iscrizione online; caricamento sul sito del MIUR; creazione di una guida per l’iscrizione online; produzione di altra modulistica; assistenza alla compilazione della domanda, in collaborazione con il personale di segreteria.

·       Organizzazione e realizzazione di open day nei locali del Liceo

·       Attivazione sportello informativo, formativo, orientativo, con personale specializzato interno ed esterno alla scuola(da Novembre a Luglio).

·       Sportello di assistenza alla compilazione della domanda online presso i locali del Liceo classico Garibaldi

·       Attività di informazione, formazione, orientamento, con personale specializzato interno ed esterno alla scuola, e di assistenza alla compilazione della domanda online tramite email ed altri canali web di comunicazione e condivisione

·       Progettazione, realizzazione e partecipazione ad attività didattiche educative comuni ad ordini di scuole differenti

·       Progettazione e realizzazione, in collaborazione con i dipartimenti di latino e greco e di italiano e latino, del progetto, in rete con le scuole medie aderenti e dell’Appendice in sede, Primi passi verso il mondo antico, laboratori propedeutici per lo studio delle lingue classiche

·       Progettazione e realizzazione, in collaborazione con i dipartimenti delle diverse discipline, di progetti propedeutici e/o di potenziamento, in rete con le scuole medie aderenti e/o in sede.

·       Formazione e coordinamento degli allievi frequentanti l’istituto per le attività di promozione, informazione, tutoraggio, accoglienza, condivisione destinate agli allievi delle terze medie

·       Organizzazione e coordinamento di visite guidate dei locali del Liceo

·       Organizzazione e coordinamento di segmenti didattici aperti a discenti delle scuole medie

·       Partecipazione degli alunni delle scuole medie, in qualità di uditori, ad alcune delle lezioni curriculari, secondo la disponibilità degli insegnanti

·     Tabulazione delle domande di iscrizione

·       Formazione classi in collaborazione con il Dirigente scolastico, nel rispetto dei criteri forniti dagli organi collegiali preposti

 

- Orientamento interno, o in itinere, per gli studenti del primo e del secondo anno

·       Progetto accoglienza: accoglienza degli allievi e dei genitori delle classi prime peraiutare gli allievi nelle fasi iniziali e favorirne l’integrazione (conoscere i compagni di classe, conoscere la scuola come ambiente scolastico, conoscere il regolamento di Istituto, comprendere i nuovi obiettivi formativi, favorire la socializzazione)

·       Rilevamento dei bisogni, delle aspettative e dei desideri dell’utenza, tramite interviste, incontri e sondaggi rivolti ad alunni e famiglie

·       Sportello formativo e orientativo, aperto a studenti e genitori, in orario antimeridiano e pomeridiano, con personale specializzato interno ed esterno alla scuola

·       Somministrazione periodica di questionari tendenti a valutare l’ambientamento, il grado di socializzazione, il rapporto con i coetanei, il rapporto con i docenti, la qualità del metodo di studio, il gradimento, la motivazione, la consapevolezza del successo, la valutazione consapevole della scelta dell’indirizzo di studi.

·       Incontri con alunni delle prime e delle seconde classi in orario meridiano ed antimeridiano

·       Incontri periodici con le famiglie (di cui almeno due plenari)

·       Supporto alle famigliee agli allievi tramite email ed altri canali web di comunicazione e condivisione

·       Realizzazione di incontri favoriscano, attraverso il ricorso a metodi di lavoro utili e scientificamente comprovati es. circle time) la presa di coscienza di sé, delle proprie attitudini, dei propri obiettivi e che educhino, oltre che alla pratica dell’ascolto e della condivisione a scelte consapevoli a medio e lungo termine

·       Realizzazione di attività, anche creative, che favoriscano la presa di coscienza di sé, delle proprie attitudini, dei propri obiettivi e che, oltre che all’integrazione ed all’inclusione, educhino a scelte consapevoli a medio e lungo termine (teatro, cinematografia, produzioni artistiche, musica, fotografia, lettura, ecc.)

·       Realizzazione di incontri e attività, in collaborazione con i Consigli di classe, finalizzati alla personalizzazione dell’apprendimento, alla metacognizione (sia in ambito cognitivo, sia relazionale, sia motivazionale), all’autovalutazione

·       Collaborazione con allievi, consigli di classe e genitori nel ricercare strategie adeguate ad affrontare lo studio delle discipline e le eventuali difficoltà

·       Progettazione e realizzazione, in collaborazione con i diversi dipartimenti, di progetti finalizzati al recupero, al potenziamento, all’adeguamento del metodo di studio.

 

- Analisi e monitoraggio degli alunni delle classi prime e seconde del liceo:

·       Acquisizione ed analisi dei risultati dei test di ingresso

·       Acquisizioneed analisi dei risultati trimestrali

·       Acquisizioneed analisi dei risultati intermedi del Pentamestre

·       Acquisizioneed analisi dei risultati finali

·       Monitoraggio, in itinere e finale, del grado di motivazione, dei processi integrativi e di socializzazione, delle dinamiche ambientali,  dei risultati, dei successi e degli insuccessi, dei nuovi inserimenti e degli eventuali abbandoni, per gli studenti del primo e del secondo anno

·       Analisi, in itinere e finale, dei risultati del precedente monitoraggio, con particolare attenzione alla verifica della validità della didattica orientativa e delle cause di eventuali insuccessi, nuovi inserimenti e  abbandoni, per gli studenti del primo e del secondo anno.

·       Socializzazione dei risultati del monitoraggio e dell’analisi ai consigli di classe,  al collegio, ai referenti per le scuole medie, anche attraverso l’elaborazione di tabelle e grafici esplicativi

·       Individuazioni di strategie di intervento ed azioni correttive

·       Verifica dell’integrazione di tutti i soggetti, in particolare BES e stranieri, con individuazione di strategie di intervento ed eventuali azioni correttive

 

Attività e tempi di realizzazione

    Il progetto si sviluppa nell'arco dell'intero anno scolastico e tutte le discipline, considerata la valenza formativa insita in ciascuna di esse, sono coinvolte. La pratica orientativa, del resto, favorisce l’acquisizione di abilità trasversali funzionali al processo di apprendimento delle singole discipline.

 

Verifica e valutazione

    Il numero di iscritti e la raccolta di dati, effettuata sugli alunni delle prime e delle seconde classi, nonché i successi e gli insuccessi rilevati, anche in relazione alle scuole di provenienza, saranno strumenti utili per valutare l'efficacia dell'attività di orientamento svolta, sia  presso le istituzioni medie inferiori sia nelle classi prime e seconde del Liceo, e per attuare eventuali strategie migliorative.

    Nel corso dell'anno scolastico, la verifica del lavoro svolto nelle diverse fasi dell'attività di orientamento avverrà tramite discussioni tra gli allievi, le famiglie, i docenti e le altre figure coinvolte, Gli obiettivi saranno di far riflettere i ragazzi e i genitori sulle attitudini e sulle aspirazioni manifestate, nonché rendere consapevoli i primi del percorso gradualmente e autonomamente realizzato; fare valutare ai docenti le proprie impostazioni metodologiche alla luce delle attitudini e delle necessità evidenziate dall’utenza, nonché di trovare eventuali strategie correttive,  risolutive e validanti l’indirizzo di studio.  

Prof.sse Eugenia Andreina Accardi e Francesca Cimò Impalli

 

È fornita qui la RELAZIONE FINALE reletiva all'incarico di FUNZIONE STRUMENTALE CONTINUITÀ E ORIENTAMENTO IN ENTRATA per l'a.s. 2015/2016 redatta dalle prof.sse Eugenia Andreina Accardi e Francesca Cimò Impalli

Amministrazione Trasparente

 

Menu Principale

Menu

Statistiche

Visite agli articoli
762527

Scansiona il QR Code

QR Code

Go to top