credito

 

 

 

Criteri per l'attribuzione del credito scolastico e formativo

 

Riferimenti normativi:

- DPR 22 giugno 2009, n. 122, art. 6. comma 2;

- Decreto Ministeriale 16 dicembre 2009 n. 99;

- Decreto Ministeriale 24 febbraio 2000 n. 49;

- Decreto Ministeriale 10 febbraio 1999, n. 34, art. 1

 

L’attribuzione del credito scolastico è regolata dalle disposizioni emanate dal Ministero dell’Istruzione secondo la seguente tabella:

Tabella

(sostituisce la tabella prevista dall'articolo 11, comma 2 del D.P.R. 23 luglio 1998, n. 323, così come modificata dal D.M. n. 42/2007)

Media dei voti

Punteggio

III anno

IV anno

V anno

M = 6

3-4

3-4

4-5

6 < M < =7

 4-5

 4-5

5-6

7 < M <= 8

 5-6

5-6

6-7

8 < M = 9

6-7

6-7

7-8

9<M<=10

7-8

7-8

8-9

NOTA - M rappresenta la media dei voti conseguiti in sede di scrutinio di ciascun a.s. Il credito scolastico, da attribuire nell'ambito delle bande di oscillazione indicate dalla tabella, va espresso in numero intero e deve tenere in considerazione, oltre la M dei voti, anche l'assiduità della frequenza scolastica, l'interesse e l'impegno nella partecipazione al dialogo educativo e alle attività complementari ed integrative ed eventuali crediti formativi. All’alunno che è stato promosso alla penultima classe o all’ultima classe del corso di studi con un debito formativo, va attribuito il punteggio minimo previsto nella relativa banda di oscillazione della tabella. In caso di accertato superamento del debito formativo riscontrato, il Consiglio di Classe può integrare in sede di scrutinio finale dell’anno scolastico successivo il punteggio minimo assegnato, nei limiti previsti dalla banda di oscillazione cui appartiene tale punteggio.

 

Al fine di assicurare omogeneità di comportamento nelle decisioni dei Consigli di classe, il Collegio dei Docenti ha deliberato:

1) Di attribuire il credito, come previsto dalle note alla tabella A, allegata al D. M. 99/2009 e della nota in calce, tenendo conto, oltre che della media dei voti, anche dei seguenti elementi:

a) Frequenza delle lezioni

b) Partecipazione al dialogo educativo

c) Partecipazione con interesse ed impegno ad attività didattiche o ad attività integrative del P.O.F

d) Documentazione di qualificate esperienze formative acquisite fuori dalla scuola (credito formativo)

Media Banda Fascia Criteri
Media 6

Banda 3-4

V anno 4-5

M=6

Se sussistono almeno tre dei requisiti indicati

Media 6/7

Banda 4-5

V anno 5-6

6,1≤M≤6,5

In presenza di almeno tre dei requisiti indicati
6,51≤M≤7 In presenza di almeno uno dei requisiti indicati
Media 7/8

Banda 5-6

V anno 6-7

7,1≤M≤7,5 In presenza di almeno tre dei requisiti indicati
7,51≤M≤8 In presenza di almeno uno dei requisiti indicati
Media 8/9

Banda 6-7

V anno 7-8

8,1≤M≤8,5 In presenza di almeno due dei requisiti indicati
8,51≤M≤9 In presenza di almeno uno dei requisiti indicati
Media 9/10

Banda 7-8

V anno 8-9

9,1≤M≤10 In presenza di almeno uno dei requisiti indicati

2) Di assegnare, in sede d’integrazione del giudizio finale, in caso di esito positivo, il punteggio minimo della banda di oscillazione agli alunni con giudizio sospeso in 2 o 3 discipline o ammessi alla classe successiva per voto di consiglio. Nel caso sospensione in una sola materia, in presenza di una votazione di piena sufficienza, il consiglio di classe può attenersi a quanto stabilito per i casi di promozione nel mese di giugno.

Per quanto riguarda l’attribuzione del credito formativo il Collegio dei Docenti ha deliberato di valutare al massimo due attività, coerenti con gli obiettivi del liceo, adeguatamente descritte e certificate da parte di enti, associazioni, istituzioni, agenzie, svolte dallo/a studente/essa nei seguenti ambiti:

 - cultura

 - impegno nel sociale

 - attività sportive ed agonistiche

Amministrazione Trasparente

 

Statistiche

Visite agli articoli
714169

Scansiona il QR Code

QR Code

Go to top